Danno al dipendente e Mobbing.


Il datore di lavoro risponde del danno arrecato al dipende per effetto di costrittività organizzative: la circostanza che la condotta di mobbing provenga da altro dipendente in posizione di supremazia gerarchica rispetto alla vittima, non vale ad escludere la responsabilità del datore stesso, su cui incombono gli obblighi di cui all'art. 2049 c.c., ove questo sia rimasto colpevolmente inerte alla rimozione del fatto lesivo. Peraltro, la durata e le modalità con cui viene posta in essere la condotta mobbizzante devono essere considerati per ritenere che la condotta stessa fosse conosciuta o addirittura tollerata.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square